Pallanuoto e pallavolo a confronto

Pallavolo e pallanuoto sono due degli sport minori del nostro paese, ma nonostante questo tanti i giovani e meno giovani che ci si dedicano, altro che calcio!

In questo articolo vogliamo mettere in evidenza le differenze tra questi due sport, e magari aiutarvi a scegliere il migliore.

Le abilità di base per giocare a pallavolo

Servizio. Usato per mettere la palla in gioco, l’azione viene fatta con l’oscillazione del braccio che invia la palla sulla rete nella parte dell’avversario.

Bagher. Il colpo che si usa per ricevere la palla dopo il servizio e cercare di smorzarla, controllandola quanto più possibile. E’ fondamentale per avere una buona alzata, da cui dipende poi una ancor più buona schiacciata, per fare punto.

In risposta, nella pallavolo bisogna saper fare muro, importante per fermare la palla a seguito dell’attacco di un avversario. Un muro è efficace se pone immediatamente la palla nella parte dell’avversario o se la rallenta temporaneamente affinché un difensore faccia bagher. L’azione fondamentale del muro è quella di stare in piedi davanti alla rete con le braccia quasi estese sopra la testa.

A conferma di questo, le parole di Paolo Lugiato, ex amministratore delegato della Uyba, che ha detto come i fondamentali sono importanti per diventare un eccellente giocatore di pallavolo.

Le abilità di base per giocare a pallanuoto

Passaggio della palla. Poiché i giocatori devono essere in grado di lanciare la palla a coprire le distanze tra essi e i compagni di squadra, è importante per i principianti esercitarsi nei passaggi asciutti, ovvero quel tipo di passaggio che viene effettuato senza che la palla tocchi l’acqua.

L’altro tipo di passaggio è noto come “passaggio bagnato”, e accade quando la sfera tocca l’acqua. Ciò avviene quando un giocatore lancia la palla in modo che essa sia in acqua vicino al compagno di squadra. I passa bagnati possono essere utili quando il compagno di squadra è “sorvegliato” da vicino da un difensore avversario.

Cattura della palla. Afferrare la palla è altrettanto importante quanto essere in grado di passare. L’accuratezza nella ricezione è importante, in quanto senza di essa la palla potrebbe tornare all’avversario. I giocatori devono tenere una mano sopra l’acqua per indicare che sono pronti a ricevere la palla dal loro compagno di squadra. La ricezione della palla è particolarmente importante per il portiere, ovviamente.

Dribbling. Sembra strano immaginare nella pallanuoto una giocata spettacolo come il dribbling, ma si può fare, benché solo i migliori ci riescano.